set 27

Democrazia 0 -1 Partiti

ebetino-di-Firenze

Domani, domenica 28 Settembre, va in scena, nel silenzio più totale da parte dei Media, il primo passo per svuotare i cittadini di un diritto fondamentale : il Voto.

Infatti grazie al duo comico Del Rio – Renzi, domani in 10 province Italiane, tra cui Milano, verranno chiamati a votare i Consiglieri Comunali e i Sindaci per eleggere il nuovo Consiglio delle città Metropolitane. Non solo siamo di fronte all’ennesima promessa mancata, o balla cosmica, da parte del fresco condannato in 1 grado per danno erariale, guarda un pò quando era presidente della provincia di Firenze , Renzi, ma i cittadini non potranno decidere i candidati.

Il Movimento 5 Stelle è sempre stato a favore dell’ abolizione “Vera” e non un restyling delle Province. Ente da sempre utilizzato come miglior poltronificio dei Partiti, dalla rampa di lancio al riciclo completo.

Domani ad ogni modo, mi recherò al seggio per annullare il mio voto. I cittadini devono avere la possibilità di scegliere chi deve entrare e governare nelle istituzioni. Siamo già al Terzo Presidente del Consiglio scelto dall’alto. Oggi le Provicie e domani?

 

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene?? ). noi neppure..

set 13

No Tangenziale, una battaglia di tutti

no_tang

Buon giorno a tutti

Ieri sera, a Vigevano si è svolto un confronto sulla questione della realizzazione di una nuova strada per collegare la Lomellina al raccordo di Albairate passando per Abbiategrasso, e di conseguenza sulle SP 114 e SP59 verso Milano. L’opera , come tutte le opere che si svolgono in Italia, vengono calate dall’alto, e mai discusse con la cittadinanza e gli enti interessati,come i Comuni. L’area da diversi anni soffre un disagio legato dal traffico dei pendolari, con grosse ripercussioni sulla viabilità e l’inquinamento.  La realizzazione di una nuova strada sicuramente potrebbe esser la soluzione, se tuttavia, tale progetto non fosse altro che un pretesto per cementificare un area agricola,e oltretutto non prevede la realizzazione di una tratta verso Milano, ma verso la Malpensa, di conseguente un opera inutile, dal costo esorbitante ovvero oltre i 200 milioni di Euro, con sicuramente lo stesso epilogo delle Brebemi, quello di fallire prima ancora di esser inaugurata.  Ovviamente chi vuole l’opera? La Lega Nord che sulle grandi opere fa campagna elettorale, vedi Expo; gli industriali, come Confindustria che nelle grandi opere investe, e i cittadini? Qualcuno è a favore per partito preso, ma la stragrande maggioranza non vuole l’opera. Come non la vogliono gli agricoltori che la terra la lavorano e con essa ci vivono. Quello che il comitato, i cittadini e lo stesso M5S chiede sono le realizzazioni di infrastrutture sostenibili , che guardino all’interesse della collettività e non la continua devestazione del territorio, ma sopratutto di due Parchi come il Parco del Ticino e del Parco Agricolo Sud Milano.

 

Le alternative ci sono bisogna portarle avanti..loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene ). noi neppure

 

set 10

Godetevi la festa …. il conto sta arrivando!

abbuffata-e1348963206975

Ciao tutti e ben tornati dalle ferie.

Come ogni inizio Settembre a Cornaredo si accendono le luci della festa patronale. Una festa dal sapore un po’ amaro per me, che ho ancora in mente quel lontano consiglio comunale di luglio nel quale ci è stato comunicato che giusto giusto i fondi per aiutare la PMI erano stati destinati all’esposizione zootecnica. Spero almeno che la festicciola sia stata di vostro gradimento, meno lo sarà stata, forse, per quei piccoli imprenditori/artigiani che con quei soldi avrebbero avuto un poco di ossigeno. Ma si sà, ognuno ha le sue priorità.

Le nostre priorità, ad esempio, riguardano solo il bene comune e la difesa delle piccole e medie attività del territorio, che sono il nostro tessuto sociale. Vi invito per questo a partecipare Giovedì 11 Settembre al nostro Agorà, che si terrà in Piazza Libertà alle 21, ed a esporre le vostre problematiche e i vostri suggerimenti.
Nei prossimi mesi ci saranno diverse battaglie d’affrontare..dall’Eco mostro che Terna vuole creare sul territorio di Settimo M.se a due passi da Cornaredo, alla folle Tangenziale di Abbiategrasso, al Campo Pozzi..

no_tang

 

Vi Aspettiamo numerosi.

 

….La donzelletta vien dalla campagna,
In sul calar del sole,
Col suo fascio dell’erba; e reca in mano
Un mazzolin di rose e di viole,
Onde, siccome suole,
Ornare ella si appresta
Dimani, al dì di festa, il petto e il crine.
Siede con le vicine
Su la scala a filar la vecchierella…

 

 

 

lug 31

Panem et Circenses

Panem et circenses imma

« … il popolo due sole cose ansiosamente desidera pane e i giochi circensi » …..Decimo Giunio Giovenale

Giovedì 24 Luglio 2014 si è svolto il Consiglio Comunale avente come ordine del giorno l’approvazione del bilancio di previsione 2014/2016.
Ammettiamo che la lettura non si è rivelata semplice anche perché Cornaredo è uno dei Comuni italiani che ha aderito alla sperimentazione del “Nuovo Sistema Contabile” obbligatorio dal prossimo 2015. Nonostante ciò ci siamo impegnati ad analizzare ogni riga e abbiamo trovato diversi capitoli su cui, a nostro avviso, era giusto proporre correzioni; il turismo, l’agricoltura, il commercio, le piccole-medie imprese, l’artigianato, ad esempio, sono punti su cui è emersa la mancanza di fondi. L’Amministrazione Comunale in sede di presentazione di programma aveva deciso di valorizzare questi settori per far ripartire l’economia a Cornaredo ma ci chiediamo come sia possibile senza soldi in bilancio?
Di conseguenza, il MoVimento 5 Stelle ha presentato per queste voci 2 emendamenti.
Il primo emendamento “Incremento iniziative a favore delle PMI e Artigianato” ha avuto parere tecnico favorevole, ma a causa di un errore nella forma, facilmente correggibile, è stato bocciato dalla maggioranza, spiegando il voto con un “ci penseremo poi ….”. Il secondo emendamento “Contributi per iniziative a favore del commercio locale” riceveva già parere negativo dai Revisori di bilancio, di conseguenza non è stato votato in Consiglio.
La proposta del MoVimento5 stelle si basava su uno semplice spostamento di voci di spesa, che mettesse a disposizione delle PMI circa 10.000€ e per le iniziative al commercio locale circa 15.000€ (escludendo la voce di capitolo che ha reso inammissibile l’emendamento). Piccole cifre, che per qualcuno avrebbero significato molto.
Diversamente, la maggioranza ha preferito aumentare le voci di capitolo riguardante le attività culturali, giustificando il fatto che i soldi investiti sulla cultura non sono spesi invano. Condividiamo in parte il concetto, però rimaniamo perplessi su quali benefici possa portare un investimento di 10.000€ sulla fiera zoo tecnica, che si svolgerà a Settembre durante la festa patronale! Nell’attuale periodo di crisi è bene decidere di investire quei pochi fondi che si hanno a disposizione in settori realmente bisognosi. La PMI e i piccoli commercianti sono il motore della nostra economia; se cessassero le loro attività chi pagherebbe la quota da loro versata per le tasse? Dove reperiremmo i fondi per i servizi?
Da qui il titolo “Panem et circenses”, come duemila anni fa, ci prepariamo a grandi festeggiamenti. Sperando non verso un salto nel buio.
Il terzo emendamento presentato era rivolto alle famiglie sfrattate: il MoVimento 5 Stelle chiedeva di destinare a loro parte dei contributi per famiglie con affitti onerosi. Anche questo emendamento è stato rifiutato dai Revisori di bilancio in quanto questi fondi derivano dalla Regione Lombardia e non possono essere utilizzati per altre opere (ovviamente stiamo investigando in merito).
Altra questione che consideriamo economicamente insensata, riguarda l’utilizzo di parte dei 20.000€ destinati al rifacimento del parco in via Milano, per preservare una pianta antica e bella: “il Noce del Caucaso”. Mi sembra nasconda un controsenso il salvataggio di una pianta, per poi avvalorare un progetto come il campo pozzi che andrà ad intaccare il nostro verde pubblico.
Sempre rimanendo su temi ambientali, in Consiglio Comunale il MoVimento 5 Stelle ha richiesto chiarimenti in merito al progetto “Interconnector Italia Svizzera” proposto da Terna. Un opera di prossima realizzazione che prevede la costruzione di una nuova centrale elettrica di trasformazione a Settimo Milanese. Perché è coinvolta Cornaredo? Perché in primis sul nostro territorio saranno installati 4 piloni dell’alta tensione; in secondo luogo perché per la sua realizzazione verranno sottratti al parco agricolo Sud di Milano la bellezza di 11 ettari di terreno agricolo (circa 10 campi da calcio). La costruzione sorgerà, inoltre, a non meno di 500 metri dal nostro confine. Invitiamo tutti i cittadini di Cornaredo a consultare i dettagli del progetto sul sito di Terna, o sulla pagina facebook “No Ecomostro Settimo” del comitato cittadini di Settimo Milanese. E’ importante che anche i cittadini di Cornaredo si uniscano alla battaglia contro questo ecomostro che porterà solamente un aumento delle onde elettromagnetiche comunemente dannose per la salute. Entro il 3 di agosto sarà possibile recapitare in Comune, all’ufficio protocollo o tramite pec (email certificata) tutte le rimostranze e le osservazioni. Il Comune si farà carico di portarle al Ministero dell’Ambiente.
L’ultimo punto del bilancio, ma non meno importante, che vorremmo condividere con voi riguarda la previsione di aumento della Tasi. Nel bilancio comunale è infatti previsto un aumento, dall’anno 2015, di circa 900.000€. Speriamo sia solo una “svista” ma naturalmente vi terremo informati.
Mi sento di dire, e di ricordare, che il MoVimento 5 Stelle, in tutte le istituzioni in cui ricopre delle cariche, rappresenta l’unica e vera forza d’opposizione. Quanto facciamo, è solo per interesse della Comunità e dei cittadini, non delle lobby o dei poteri forti.
Chiudo chiedendovi di continuare a inviarci le vostre idee, interpellanze suggerimenti.

 

Grazie un abbraccio a tutti.

 

..There goes my hero… watch him as he goes.. there goes my hero…he’s ordinary….

lug 08

Midnight Cowboy

midnightcowboy3

Buona sera a tutti.

Mi sarebbe piaciuto farvi un resoconto completo dell’ultimo consiglio comunale ma sarebbe stato troppo lungo e noioso, voglio quindi soffermarmi con voi su quelli che considero i due punti cardine di tutto il discorso: le farmacie comunali e la realizzazione del campo pozzi .

 

 

Le Farmacie Comunali purtroppo non godono di buona salute. Dalla verifica dell’ultimo bilancio consultivo 2013, emerge,per vari motivi, un calo dei fatturati, che si traduce in un guadagno netto per il Comune di solo 12.000 € circa. Non è questa però l’unica cosa che ci lascia perplessi: abbiamo assistito, infatti, a diverse lamentele da parte dei cittadini che hanno espresso il disagio dovuto alla mancata disponibilità a magazzino dei farmaci da ricetta ( risposte come “torni domani” o “lo devo procurare” dovrebbero essere l’eccezione e non la regola). A questo disservizio si aggiunge la richiesta, da parte del vechio CDA, di esonerare le farmacie comunali dal servizio notturno. Bisogna ricordare che le farmacie devono essere un servizio per la comunità, devono quindi dare immediata soddisfazione a quelle che sono le esigenze dei cittadini. Sulla base di questo concetto il Comune , secondo noi del M5s deve dare i servizi, e non proporre di toglierli.

Mi auguro quindi che la scelta del nuovo CDA, da parte dell’attuale Sindaco, cada su persone competenti, che sappiano dare un effettivo contributo al bilancio,e soprattutto al fabbisogno dei Cornaredesi.
Veniamo alla realizzazione dei campi pozzi a Cascina Croce.

Purtroppo, e ribadisco purtroppo, chi governa non tiene minimamente conto del volere dei cittadini.
La realizzazione del campo pozzi, per il Movimento 5 Stelle è un opera ritenuta inutile in quanto i Comuni della Lombardia non hanno penuria d’acqua potabile, ma il contrario.
Non solo, i lavori verrebbero effettuati dalla Società “CAP Holding”, una Holding l’appunto, una azienda partecipata in cui vi sono quote appartenenti ai vari Comuni. Ma ci chiediamo cosa succederebbe se l’azienda diventasse privata? L’acqua è un bene pubblico, di tutti. La gestione e le decisioni devono esser demandate alla cittadinanza. Il M5S non è contrario alle opere di pubblica utilità, ma questa è tutto furchè utile. Noi ci opporremo alla creazione del campo pozzi; chiediamo invece alla giunta Comunale di destinare i soldi alla manutenzione della rete idrica già esistente.
Invito comunque tutti i cittadini a continuare a vigilare ed a proporre le proprie idee.

Loro non si arrenderanno mai (ma gli conviene? ). noi neppure

ps. mi è giunta voce di un progetto di realizzazione di un presunto acquedotto che collegherebbe Cornaredo alla Martesana, e guarda un pò dove passa? Sui terreni di Expo…….a pensar bene si fa sempre in tempo.

giu 25

Rho è pronta per l’Expo…e voi??

2504159-previsioni

Oggi 25 giugno, una” dispettosa “perturbazione di origine Atlantica,ha messo a nudo, come se ce ne fosse bisogno, la nostra fragile situazione riguardante il dissesto idro-geologico. Strade divenute torrenti e  torrenti divenuti fiumi.

E Rho, città di oltre 50.000 abitanti, per una mattina si è trasformata in una novella Venezia.In alcune zone si poteva circolare solo con canotti e barche.

Per far fronte a queste emergenze cosa fanno le amministrazioni? Nulla. E’ preferibile spostare gli investimenti sulle’Expo. Un immensa torta da quasi 2 miliardi di Euro. La prevenzione nei nostri comuni è pressochè inesistente. Secondo l’ex ministro, Arrestato, Clini, servirebbero circa 40 miliardi per mettere in sicurezza il Territorio Italiano, con oltre 15 mila interventi.

Perchè non intervenire subito bloccando opere inutili come il Tav ( 20 miliardi) e l’Expo? La sicurezza dei cittadini vale meno di un esposizione internazionale e di un valico?

 

 

Per l’Expo era in previsione la via fluviale, di questo passo, nel 2015, i presunti “visitatori” potranno raggiungere piazza San Vittore e tutto il centro storico di Rho in gondola.

rhoRho, Corso Europa

 

…..Venezia rassomigli ad una sposa
Vestita di merletti di burano
Do-mina fra le gondole festosa
Dal lido alla laguna
Potrei chiamarti buona fortuna

Voga e va gondolier
Canta il cuore
Non posso andare via
Perche Venezia mia
M’hai fatto innamorar
Gondolier voga e va….

giu 19

P.D. Poltrone e divani

poltrone e divani

Buona sera a tutti!

Lunedì 16 giugno è avvenuto il primo consiglio comunale della nuova giunta di centro sinistra.
Non vi nascono la mia emozione di sedermi in Consiglio Comunale, come rappresentante del Movimento 5 Stelle, e verificare come realmente funzionano le istituzioni.

Però la mia emozione si è subito bloccata nel constatare che il rinnovamento, auspicato dal nuovo Sindaco in campagna elettorale, non si è tradotto in realtà.
Giusto per ricordare, durante l’incontro avvenuto in Filanda tra i 4 candidati sindaco, fu promesso dall’attuale Sindaco un cambiamento nella nomina degli assessori, selezionando le persone per meriti e capacità. Invece 4 assessori su 5 sono stati scelti tra i 4 nuovi consiglieri, contravvenendo all’incarico per cui sono stati eletti.
Certo la legge lo permette, ma di fondo esiste una questione morale. Nel Movimento 5 Stelle se un cittadino si candida per una specifica carica, non lascia la poltrona per ambire a cariche migliori. Quanto fatto dalla giunta di centro sinistra si chiama “vecchia politica” e non rinnovamento.

Ma la nomina che più mi ha lasciato perplesso è stata l’ elezione del Presidente del Consiglio Comunale.
Il Movimento 5 Stelle insieme ai consiglieri di opposizione ha chiesto, visto il vento di cambiamento declamato in campagnia elettorale, di poter eleggere come Presidente un membro della minoranza con, in aggiunta, la rinuncia di quest’ultimo all’indennità, permettendo al Comune di risparmiare una voce di uscita nel proprio bilancio.

Il sindaco ha bollato la nostra proposta come INOPPORTUNA e FUORI TEMPO; di questo i cittadini si dovrebbero indignare! Come può esser giudicata inopportuna una proposta che avrebbe permesso al Comune di Cornaredo di risparmiare realmente 20.000€ circa annui?
Ma sopratutto quando e in quale sede avremmo dovuto discuterne, se non all’interno di un consiglio comunale?

Speravamo in un cambiamento ma invece notiamo che la nuova giunta di centro sinistra pratica la vecchia politica, decidendo le cariche ed i nominativi nella propria sede partitica e non nelle aule che competono; arrivando alle nomine con già tutto preparato, anche i discorsi.

Nonostante tutto, il Movimento 5 Stelle trova alcune proposte annunciate dalla maggioranza condivisibili, come le politiche sulla casa e sui giovani e mi auguro di poter lavorare per un loro miglioramento.
Per tutto il resto rimarremo vigili e consapevoli che la battaglia è appena iniziata.

I wanna rock and roll all night and party every day!!!!
P.s. un assessore con delega alla Pace, vuol dire che siamo in guerra? e con chi…Un abbraccio a tutti.

 

 

giu 11

1300 GRAZIE!!

6785667079_e245fdf3e7_z

 

Buona sera a tutti.

Il 16 giugno,alle 21,  si terrà il Primo Consiglio Comunale. Vi invito tutti a partecipare, per due motivi: il primo ,il comune è di tutti, non dei partiti.

Il secondo motivo è che essendo l’unico consigliere eletto, del Movimento 5 Stelle, mi sentirei più forte e determinato , sapendo che dietro di me ho un nutrito numero di cittadini che supportano il mio lavoro.

Lo stesso numero , che magari mi ha dato fiducia il 25 maggio.  E qui, che volevo ringraziare tutte le 1300 persone che hanno scelto il M5S, a voi chiedo di non lasciarci soli lungo questi 5 anni, e di darci una mano a crescere.

Inoltre, visto che non l’ho ancora fatto, volevo ringraziare tutto il mio staff, Davide, Paolo, Giuseppe, Lorena, Valter,Daniele,Fabio ,Francesco, Samuele, Maurizio,Simone,Francesca,Valeria,Gabriella, a loro va la mia gratitudine per l’impegno profuso in questi mesi.

Volevo ringraziare anche i dipendenti del Comune per la pazienza e professionalità che hanno avuto nei nostri riguardi, visto che è stata la prima volta che ci presentavamo, la prossima volta non vi faremo impazzire. Un altro ringraziamento va a Mary Vono per essersi prestata come certificatore durante la raccolta firme e a Dario Ceniti e al suo staff, sia , per aver dato la disponibilità da certificatore, sia per la correttezza che ha mostrato, da degno avversario. Per Dario, ci vediamo in opposizione.

Infine vorrei ringraziare di nuovo, tutti i 1300 cittadini. Grazie di Cuore!

Ci vediamo Lunedì 16, sarà un piacere!!

image1

 

 

giu 02

Cercasi amministratore esterno ACSA

ACSA

Il comune di Cornaredo sta cercando una persona per la qualifca di Amministratore esterno dell’Azienda Comunale Servizi Ambientali spa (ACSA spa) con funzioni di amministratore delegato e di presidente della società

I requisiti per la presentazione della candidatura sono:

1. cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea;
2. età non inferiore agli anni 18;
3. pieno godimento dei diritti civili e politici;
4. assenza di condanne penali passate in giudicato, salvo riabilitazione;
5. di non trovarsi nelle situazioni di cui all’art.2382 del Codice Civile ed all’art.64, quarto comma, del D. Lgs. n.267/2000;
6. di non avere svolto funzioni di amministrazione,
direzione o controllo in enti successivamente sottoposti a procedure concorsuale nei due esercizi precedenti all’assoggettamento alle procedure e dal cui avvio non siano decorsi più di tre anni;
7. non avere liti pendenti con la società dell’Azie nda Comunale Servizi Ambientali spa (ACSA spa);
8. non essere titolare, socio illimitatamente responsabile, amministratore, dipendente con poteri di rappresentanza o di coordinamento di imprese esercenti attività concorrenti o comunque connesse ai servizi erogati dall’Azienda Comunale Servizi Ambientali spa
(ACSA spa);
9. non ricoprire cariche elettive o delegate o essere dipendente del Comune di Cornaredo.
10. di non incorrere in nessuna delle cause di inconferibilità e di incompatibilità previste dal D. Lgs. n.39/2013;
11. non trovarsi nella causa di inconferibilità di cui all’art. 3, comma 32 bis della legge n. 244/2007, ai sensi del quale: “Il comma 734 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2006,n.296, si interpreta nel senso che non può essere nominato amministratore di ente,istituzione, azienda pubblica, società a totale o parziale capitale pubblico chi, avendo ricoperto nei cinque anni precedenti incarichi analoghi, abbia registrato, per tre esercizi consecutivi, un progressivo peggioramento dei conti per ragioni riferibili a non necessitate scelte gestionali

Tutti gli interessati devono presentare domanda indirizzata a Sindaco del comune di Cornaredo – Piazza Libertà 24 – 20010 Cornaredo (MI), nei modi seguenti:

– consegna a mano presso il Protocollo del Comune,Piazza Libertà, 24 – Cornaredo (MI), nei seguenti orari:
dal lunedì al venerdì mattina, dalle ore 8,30 alle ore 12,00; il lunedì ed il mercoledì pomeriggio, dalle ore 17,00 alle ore 18,15
– spedizione a mezzo del servizio postale. Le domande inoltrate a mezzo del servizio postale dovranno pervenire al Protocollo del Comune
entro il termine di scadenza della presentazione a mano, pena l’esclusione;
– per via telematica mediante PEC (Posta elettronica certificata), esclusivamente all’indirizzo protocollo@pec.comune.cornaredo.mi.it

Termine per presentare la domanda è il 10 giungno 2014 ore 12.00.

Allegati:

mag 19

Il PD e le piazze, un rapporto difficle

Bonafè in piazza a Forlì

Bonafè in piazza a Forlì

Ormai non hanno più ritegno, vedere il venditore di pentole nazionale imitare il MoVimento è davvero divertente, per riempire la piazza di Reggio Emilia, con un numero di gente paragonabile al #vinciamonoi tour, il PD ha dovuto far arrivare gente da tutto il paese ( l’M5S riempe tutte  le piazze in cui va con gente del luogo).

Ma la vera questione è un altra, sta succedendo una cosa incredibile, non è più solo Grillo a riempire le piazze ma anche i nostri portavoce, Di Maio, Di Battista, De Rosa, Taverna, Lezzi e molti altri riempiono le piazze con naturalezza, cosa che ai parlamentari del PD proprio non riesce; anzi.

In rete girano le foto dei comizi organizzati dal PD in questi giorni e, chiaramente, l’ironia degli utenti è espolsa.

Guardate voistessi, la Bonafè da il meglio di se in piazza a viterbo, affermando in riferimento all’ M5S :”Ha detto che avrebbe cambiato l’Italia e non lo ha fatto, anzi non ha votato nessuno dei nostri provvedimenti per il cambiamento. Adesso dice che rivolterà l’Europa: gli si può credere?“.

Ma più che un comizio sembrava un incontro di famiglia ad ascoltarla qualche decina di persone seduti su sedie di plastica e sbadiglanti, insomma uno spettacolo.

Picerno a Molfetta

Picerno a Molfetta

Ma lo spettacolo migliore lo offre Pina Picerno (detta 80 Euro), il suo comizio a Molfetta sembrava un aperitivo tra amici ad ascoltarla c’erna solo i suoi commensali (forse), la ftoto postata su twitter ha scatenato l’ronia degli utenti, vi riporto alcuni commenti:

in un negozio ho visto un manichino in vetrina che aveva più spettatori.
Ma è un apertivo tra amici…spero!
Non mancava nessuno!
mancavano i cittadini, come al solito nel #PD
eravate TANTISSISSIMISSIMI !!!!!…aahahahahahahahahahaahahahahahahahahahahahahahah

Agorà M5S

Agorà M5S

 

Decisamente diversa la situazione quando a scendere in piazza sono i portavoce del MoVimento, il motivo è semplice, i nostri sono cittadini scelti dai cittadini e tra i cittadini, loro no!!

#vinciamonoi

 

 

Post precedenti «